As parlatte

Le parlate di entracque

di Sandro Gastinelli e Marzia Pellegrino

As parlatte

A Entracque, in valle Gesso, sulle Alpi Marittime, nel sud-Piemonte, ogni 5 anni c'è un'intera comunità che nella Settimana Santa ripropone da secoli Le Parlate o, come si dice in lingua locale, "As Parlattë".

Tutto il paese è coinvolto nella rappresentazione scenica della Passione di Gesù: la gente di Entracque smessi gli abiti di tutti i giorni, indossa quelli del dramma sacro interpretando parti che si tramandano di padre in figlio, di famiglia in famiglia, di generazione in generazione.

Ma ciò che più lega Le Parlate al territorio e alla storia locale sono figure come: il "Capitani", vero e proprio comandante della manifestazione, il "Tenent", il "Trezë", i "Cavajèr", il "Timbajer". Sono loro a fare da scorta e a proteggere l'Urna Sacra, contenente le spoglie mortali del Cristo, durante la processione notturna del Venerdì Santo.

Nonostante sia stato attraversato un momento difficile, durato più di 20 anni, dal 1978 "As Parlattë" hanno trovato nuovo vigore con la fondazione del "Gruppo Storico Le Parlate", che ogni cinque anni ripropone l'evento.

Le immagini documentano l'edizione 2005 partendo da alcuni cenni relativi al prologo, svoltosi l'anno precedente. Il racconto avviene direttamente attraverso la voce dei protagonisti. Sono inserite anche immagini d'epoca inedite dell'edizione fondamentale del 1978, quella della rinascita.

Torna alla Home